La strategia comunicativa di Obama: fra politica ed immagini unconventional.


Sommersa dal lavoro, dagli studi e dalle incombenze che a Gennaio spuntano come funghi ho messo da parte decine di post da pubblicare ma questa riflessione mi sento di condividerla con voi.

Dopo la lettura di un articolo  su Linkiesta  mi è tornata in mente una foto di  di Obama  con una ragazzina che avevo visto online qualche tempo fa. Andando alla ricerca di chi fosse ecco che spunta la storia: lei è la campionessa americana McKayla Maroney a cui è sfuggito l’oro olimpico per un volteggio. L’espressione (divenuta nota come “not impressed”) l’ha sfoggiata sul podio  ed in breve è diventata una vera icona.

oba

Ma questa è solo una delle centinaia di immagini che ritraggono il Presidente in pose decisamente unconventional.

C’è poco da fare: dietro le foto di Obama che compaiono sul web c’è la raffinata arte di chi sa “porsi” davanti all’obiettivo e ha capito che l’immagine migliore che un politico possa dare di sé stesso passa attraverso scelte low profile: la famiglia, la moglie, l’essere alla mano, la quotidianità, lo scherzo, l’ironia, i sentimenti. E’ un atteggiamento destinato al successo perché accorcia le distanze e rende uno dei più potenti uomini del mondo familiare a chiunque come l’amico su Facebook o il vicino di casa.

Voi cosa ne pensate?

Questa voce è stata pubblicata in Attualità Media & Società e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a La strategia comunicativa di Obama: fra politica ed immagini unconventional.

  1. Pingback: Fra politica e immagini unconventional | Politically Connect!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...